Home > Music > La parola alle Manager.

La parola alle Manager.

manager

.

by Francesca Caeran

.

E’ da un pò di tempo che il mio carissimo Capo Redattore AquilaDellaNotte mi chiedeva un articolo sul ruolo dei manager in Secondlife. Ricordo che un giorno, come battuta, gli dissi: ahoo! ma vuoi che io sveli il mistero del mio talento? LOL! Anche se scherzavo, lasciai perdere lo stesso, hehehe …

Allora, perchè farlo oggi questo articolo? Bhè, forse perchè ho tempo, o forse perchè desidero soffermarmi sul mio ruolo in Second Life. Sul mio e su quello di tanti altri che, come me, hanno preso un impegno importante: quello di lavorare qui come nella vita reale, stesso coinvolgimento, stessa passione. Ed ecco detta la parola magica: passione. Come in ogni cosa che si fa, se non c’è passione, non c’è nulla. Senza passione si lavora a metà, si aspettano gli ordini da quelli che stanno sopra di te (Owner o cantanti che siano). Senza passione si sopravvive, in tutto e per tutto, senza passione vai avanti sulle punte dei piedi, e non hai quella piccola stella in più negli occhi che ti farà essere diversa dagli altri. Io faccio parte delle super appassionate. Ma quanto mi costa amare questo lavoro, lo so solo io. Ma entriamo un pò più in profondità nel ruolo. Tante volte mi è stato chiesto come li trovo tutti quei bravissimi cantanti, che poi porto nelle land per i concerti, e come faccio a conoscerne così tanti. Rispondo sempre che oramai non sono io che cerco loro, ma spesso sono loro che trovano me, LOL (modestamente parlando, ma è la verità). A volte mi imma qualche amica, per dirmi di andare ad ascoltare un bravo cantante.

Quando ho iniziato, certo, non era così. Ricordo, per quelli che non lo sanno ancora, che ho iniziato a fare la manager quando, per la prima volta, ho sentito cantare Tempio Breil. Nessuno mi aveva spiegato cosa si doveva fare per promuovere un cantante su Second Life, e allora misi in atto la stessa tecnica che uso per la RL (in RL sono Business Development Manager,  non promuovo cantanti ma un servizio alle industrie, e dunque uso prospection e pubblicità) e poi una cosa importantissima: uso  la mia grinta! Perché, oltre alla passione, se non hai grinta, e se sei un tipo timido, allora questo lavoro non è fatto per te. Purtroppo, nemmeno per fare il manager di land sarai adatto, senza queste caratteristiche. Devi essere capace, se ti chiudono la porta, di entrare dalla finestra, LOLLL!

Allora mettiamoci in posizione: “ho trovato un bravissimo cantante e voglio fargli da manager, che cosa devo fare?” Il tuo lavoro è di metterlo sempre in avanti, sempre in prima fila. Lui diventa il numero uno, il cantante più bravo che ci sia. E se hai più cantanti, allora sono loro gli unici, i migliori, i più bravi! Li difenderai sempre contro mari e monti, e guai a chi ne parla male, tu questo non lo sopporti, e lo fai sapere! Dovrai andare in giro per le land, per trovare delle date per farli cantare. Dovrai immare gli owner, rompere a volte le scatole, perchè sono occupatissimi, e tu arrivi sempre quando non se lo aspettano, LOL. Dovrai avere quel tatto che serve, se sei un buon commerciale, per chiedere se desiderano un concerto. Dovrai avere un bel senso dell’umorismo, quando ti diranno cinque volte di seguito: “contattami domani, sono impegnato” 😉 e dovrai avere una calma da Buddha, quando qualcuno, un pò nervoso, ti parlerà malamente, o ti annullerà all’ultimo minuto un concerto 🙂 Ma sappi, che se decidi di fare questo lavoro, allora accetti di prendere sulle tue spalle tanti malumori, e, dal momento che sei l’unico tramite tra l’owner e il tuo cantante, allora ti esponi a rischi mortali (LOL), quando dovrai annunciare all’owner che il tuo cantante è senza connessione e che devi cancellare il concerto.  Dio ci salvi! Signore, pietà!

Tu adesso stai pensando: ma caspita, e le soddisfazioni allora? Dove stanno? Le soddisfazioni arrivano tutte quando sei al concerto, quando hai preparato tutto, hai mandato notice, aperto conferenze, quando sai che hai fatto il massimo perchè tutto si svolga bene, e quando vedi arrivare tanta gente per ascoltare lui o lei che cantano. La soddisfazione viene quando immi il tuo cantante durante il concerto, e gli dici “bravo stai andando da Dio”, e che lui ti manda un “grazie per tutto”, o allora quando durante il concerto lo immi dicendogli “che hai tesò?  stai stonando grave!” e lui si adatta e migliora, perchè si fida di te. La soddisfazione arriva quando, durante una serata, c’è l’owner che ti ringrazia per questa splendida serata, che tu, manager, gli hai organizzato. E poi non dimentichiamo che c’è pure la soddisfazione di guadagnare un pò di Linden, perchè ti sei data da fare, hai sudato sette camicie, e te li meriti pienamente. E nulla è più appagante, per un bravo manager, dell’avere un calendario pieno di date per i suoi cantanti.

Ma tutto questo ha un prezzo: ed è il prezzo della solitudine. Ok, hai un bel gruppo di amici, e senti che ti vogliono bene, ti immano spesso per chiederti come stai. Ma poi ti rendi conto che non riesci a legarti sentimentalmente con nessuno, o se succede, se qualcuno ha il coraggio di provarci, spesso litigherai, perchè sei assente per il tuo lavoro. Tu oramai appartieni al ruolo che ti sei creata, il tuo lavoro è il tuo amante, e lui non ti molla mai. E sempre lì con te, perché sei al servizio della gente, e devi rispondere alle numerose sollecitazioni e IM che ti arrivano. E non fa nulla se sei stanca, se dopo 8 ore di lavoro in RL ricominci nel Metaverso. Hai passione, e  ami disperatamente quello che fai. Sei una vera manager, sei affidabile, onesta,  e sei apprezzata, ma sopratutto sai che non mollerai mai: parola di Francesca Caeran.

 

Annunci
Categorie:Music Tag:, ,
  1. 20 luglio 2013 alle 15:40

    ciao Francy sn Eclipse1978 ke dire…prima di tutto bellissimi gli articoli che pubblichi!io anche sono manager..e ti dirò io ho iniziato cosi per gioco…x caso…andavo a sentire Estrelia spesso ma xkè mi piaceva la sua voce il suo modo di fare…un giorno nel gruppo leggo ke cercavano pr e io cosi senza pensarci le scrissi ma nulla di ke…all inizio mi dovette 1 po insegnare cosa fare…poi con l aiuto suo e di altre persone sn andata avanti…cercavo cmq di piacerle…fino a ke nell arco di 1 mese circa sn passata da pr a manager….e li mi spiegò ke gli impegni erano il doppio se nn il triplo…ma io accettai lo stesso…oramai era diventata una sfida con me stessa e con persone ke pensavano ke nn sapevo fare nulla…ed eccomi qui a 5 mesi di lavoro con Estrelia ke io reputo non solo la mia capa eheheh ma anke 1 buon amica…lei ha creduto in me quando nessuno avrebbe scommesso manco 1 centesimo…ora posso dire di essere brava…addirittura da quando facevano 2 live a settimana sn arrivata a farla cantare 6 giorni su 7 dove ad 1 certo punto mi voleva ammazzare..ehehehe ora la maggior parte degli owner sn loro ke mi cercano…ke vogliono 1 live con noi…il segreto?li faccio stare a loro agio….cioè nn creo 1 rapporto di lavoro ma 1 rapporto di amicizia…ci skerzo anke durante le varie giornate con o senza live…poi x quanto riguarda l amore?era nato al di fuori dei live e all inizio è stata durissima lui veniva ai live spesso si rompeva ma x il semplice fatto ke io ero su vicino a Estrelia e lui giu da solo poi un giorno parlando con Estre le chiesi se fosse stato possibile inserire anke lui nello staff e da quel giorno è il mio pianista sull oceano(come lo kiama Estre)io spero e mi auguro ke 1 giorno possa diventare bravissima come te…
    un bacio bella!
    Eclipse

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: