Home > Art and Culture, Reportage from the Metaverse > Tutti i continenti di SecondLife…..

Tutti i continenti di SecondLife…..

Non so quanti di voi sanno che SecondLife è un mondo (virtuale) dotato di una sua propria geografia, e storia dove ci sono un sacco di continenti.

Mappa di 2nd life nel 2008 circa

Come impareremo dai video di questo articolo, la “culla” di SL è stata in Sansara, dove c’è la famosa Ivory Tower. Ecco una mappa della prima SL:

Potete seguire la storia dei vari continenti aggiunti nel corso dei vari anni in questa interessante pagina del wiki: http://wiki.secondlife.com/wiki/History_of_Second_Life.

L’ultima grande aggiunta è stato il continente “Adulto”, Zindra http://wiki.secondlife.com/wiki/Zindra, per entrare dovete avere certificato il vostro status di adulti ed avere accettato nel browser e nel vostro account di poter entrare in aree adult.  Ecco una immagine:

Recentemente alcuni esploratori hanno provato ad esplorare in volo alcuni continenti di SL, che nell’insieme occupano una quantità notevole di spazio.

Per la mappa attuale di secondlife, con la descrizione dei vari continenti attuali: seguite questo link di virtualchristine: http://virtualchristine.com/newbie-sl-world-map/

Sono però riuscito a rintracciare alcuni “vecchi video” su YouTube fatti da Magellan Egoyen nei tempi antichi (2007), i primi due sono interessantissimi e illustrano la geografia generale di SL in quel periodo e in particolare le primissime 16 regioni che costituiscono la Culla di questa civiltà… Per i non inglesi ho fornito una traduzione in Italiano sotto ogni video..

29 Luglio 2007

Ciao, il mio nome è Magellan Egoyan, sono qui nella mia casa in Sheol e il mio proposito è quello di farvi una lezione sulla Geografia in Secondlife.

fatemi zoomare tutto indietro in modo che possiate vedere secondlife come appare
dall’esterno (dal Satellite). Forse la prima cosa da dire di SecondLife è che
il suo spazio geografico è in effetti un “Arcipelago”: consiste di un mare aperto con molte migliaia di differenti isole, la maggior parte delle quali sono
molto piccole. Quelli che noi in SL chiamiamo continenti sono piuttosto “isole più grandi” .

Qui abbiamo quello che di solito chiamiamo il “Continente Settentrionale” composto in realtà da due masse di terra separate che sono collegate per formare una unità singola. Oltre ad essere le regioni più vecchie di SL il Continente Settentrionale è probabilmente caratterizzato da ampissime variazioni nel tipo di ambiente,

Il secondo continente sviluppato è chiamato il “Continente Meridionale”, questo è caratterizzato da un’are interna molto grande che ha poche parti d’acqua che rompono il panorama differentemente dal continente settentrionale. In più anche s enon ci sono zone commerciali, la regione si è suddivisa in due aree distinte, una più residenziale e una più commerciale.

A est ci sono due nuovi continenti ad Est. Corsica a sud ha una parte interna senza mare (un po’ come il continente meridionale), mentre Nautilus è organizzato in modo da non avere grosse parti interne e comunque dotato di moltissime coste marittime. Le coste sono infatti molto popolari fra i residenti di SL.

Nella zona che separa il continente Settentrionale da quello Meridionale abbiamo un’area che si sta sviluppando che si chiama Azure Island. Queste sono isole private, mantenute da gruppi separati dalla Linden Lab. La caratteristica che colpisce di più delle Azure Island è dovuta al fatto che chi le ha progettate voleva costruire dei paesaggi drammaticamente differenti, Per esempio all’estremità orientale c’è un’area completamente deserta.

A nord c’è una zona montuosa, con bellissimi paesaggi.. Nel mezzo e verso occidente ci sono paesaggi innevati e altre zone montuose, che racchiudono persino un vulcano in una regione protetta.

La sesta regione è collocata all’estremità Nord dell’archipelago. Questa regione Dreamlands è stata sviluppata da Anshe Chang una donna che ha fatto una fortuna vendendo terre questa regione è ancora differente rispetto agli altri continenti.

E infine forse la cosa più importante in questo arcipelago è l’immensa collezione di isolette che vanno da isolette singole coppie o insiemi di 20-30 o anche più. E queste sono le masse geografiche che meritano di più il nostro interesse.

Spero che abbiate apprezzato questa prima panoramica della geografia di SecondLife. Nella prossima puntata è mia intenzione di esplorare con molto maggiore dettaglio ognuno dei 6 continenti che formano correntemente la Mainland di SL e anche magari esplorare le isole o insiemi di isole che si trovano nella parte insulare di SL. Spero di vedervi la prossima volta.

Geografia di SecondLife le origini 4 settembre 2007

Siamo qui in questa regione o “sim” che si chiama “stillman” dove ci sono le prime 20 sim originali che sono state create all’inizio della storia di secondlife..

In quei tempi si poteva guardare da qui e si sarebbe visto mare vuoto in ogni direzione. Quello che ora è il centro dell’arcipelago a quei tempi era l’estremità del mondo. Il mio nome è Magellan Egoyan sono qui per la seconda puntata di una serie che si chiama “La geografia in secondlife” .

Cominceremo la nostra esplorazione del continente Settentrionale. Per poter rappresentare la geografia del continente settentrionale bisogna ricordare il suo sviluppo storico dato che l’aspetto geografico è determinato dalla sequenza storica con cui sono state create le terre. Questa mappa mostra la posizione delle “prime sim” all’interno del contesto generale del continente Settentrionale.

Qui abbiamo una visione dettagliata delle “Prime Sim”. Ricordate che il termine sim è il nome dato ad ogni singola isola che ha una superficie di circa 60000 mq di terra e ognuna era originalmente contenuta in un suo proprio computer dedicato. Le regioni marcate in blu sulla mappa sono le primissime 16 sim che furono originariamente create. Quelle marcate in rosso sono state aggiunte in un mese e formano quindi le prim 16 sim originarie. Queste sim qua in rosa sono state completate nell’autunno del 2002 molto prima che SL fosse ufficialmente OnLine.

Cominciamo il nostro viaggio… Diamo una rapida occhiata a Natoma dove c’è la famosa Ivory Tower… Osserveremo la regione di Stillmann e quindi andremo ad ovest nella regione che si chiama Varney e poi entreremo in Clara.

Questa ovviamente è la Ivory Tower of Prims, uno dei landmark più conosciuti in SecondLife. Una dellec cose più interessanti della torre è che dato che è un punto di riferimento molto stabile e presente da così tanto tempo fornisce un elemento geografico fondamentale per le regioni che la circondano.

Il nome di queste prime sim deriva dal nome di alcune strade nei quartieri di San Francisco vicino a dove La Linden Lab aveva i suoi stabilimenti.
Questi sono alcuni esempi di siti ed edifici che si possono trovare a Stillman, e mostrano anche la strana geografia “rozza” che si può incontrare in questa zona dell’arcipelago.

Ora da questa parte della montagna osserveremo la regione di Clara e puntiamo verso ovest. Uno dei problemi che vorrei farvi osservare è che anche se la regione è stabile l’uso della terra cambia molto velocemente e questo rende quasi impossibile trovare delle caratteristiche geografiche stabili.

La prima “ondata” delle regioni che componevano le prime sim si può dividere rozzamente in tre aree.

La parte centralissima (cuore della grid) che è costituita da 3×3 sim, poi x’è la “outland” (terre esterne) composta da 2×2 e quindi una catena di 3 sim che funzionano come un ponte fra la zona centrale e la zona esterna.

Ora guarderemo le regioni blu e il ponte. Questo paesaggio ci da l’opportunità di far vedere le terre di “Da Boom” e “Ritch”, che ci danno l’opportunità di osservare che sebbene la libertà di costruzione di Sl consente di costruire edifici che non rispettano la morfologia del paesaggio, i rilievi originariamente forniti influenzano la tipologia di costruzioni che sono costruite.

Sebbene l’uso della terra è mutevole c’è una logica sottostante.

Ora andremo a vedere le regioni che si chiamano Taber, Welsh e Clyde, le tre regioni che collegano l’area centrale con quella che originariamente è stata chiamata la terra esterna.

Questa è la regione di nome Taber, notate la Ivory Tower ad occidente. Questa è la regione di nome Clyde, questo è un edificio interessante che si chiama Texture Unlimited che appartiene ad uno dei più conosciuti gruppi che fanno texture in secondlife.

Adesso siamo nella regione che si chiama Hawthorne, dove troviamo una città urbana modellata ad immagine di Manhattan. Le terre esterne erano state inizialmente progettate per fare giochi di guerra dove i limiti di sicurezza erano più più leggeri. Questa è la regione che si chiama “Federal” nel sud-est delle terre esterne. Questa è la regione che si chiama Jessie, che non faceva parte delle 20 sim originali ma che adesso è una delle sim dove è abilitato il damage e dove ci si può far male.

Adesso saltiamo dal bordo orientale delle prime isole al bordo occidentale, Questa è la regione che si chiama Tehama con dei bellissimi edifici giapponesi o asiatici questo ora ci porta a nord verso la sim che si chiama Perry e poi Lusk,queste ultime sim fanno parte della seconda ondata di sim che sono state create dopo le prime 16 originali. Lusk fu creata molto presto da un gruppo di persone che erano interessate nelle forme animali chiamati i “furries” . Ci sono altre aree dedicate in SecondLife per i furries, ma questo è ancora uno dei punti di ingresso in questa comunità ed è una parte interessante di SL. Si possono incontrare molte persone interessanti.

Lusk è uno dei Social Hub (Punti di incontro ) in SL. E questo ci porta alla fine della presentazione odierna. La prossima volta andremo a visitare delle sim delle successiva ondata di sviluppo e le loro relazioni con queste e ci porterà alla fine ad avere un incontro più estensivo del continente settentrionale.

Ora ho degli impegni da finire qui con la mia amica Zoofer, così vi devo lasciare, arrivederci alla prossima volta…

Annunci
  1. AquilaDellaNotte Kondor
    16 giugno 2012 alle 12:45

    Andate a visitare la Ivory Tower a Sansara (http://maps.secondlife.com/secondlife/Natoma/167/173/26), l’ABC del building.

  2. Mariabarbara Morgwain
    10 giugno 2012 alle 11:55

    Sono d’accordo con Aquila DellaNotte, è un articolo molto interessante!
    Permette di scoprire la storia di SL oltre che la sua geografia, e devo dire che pur essendo qui da tanto tempo ero del tutto ignorante in materia!!!
    Non avevo idea che la Ivory costutisse uno dei punti dell’archologia di SL, anche se l’ho sempre amata per le preziose informazioni che mi ha elargito.
    Che dire? Aspetto ansiosa nuove interessanti informazioni in merito, Grazie Sala!!!

  3. AquilaDellaNotte Kondor
    10 giugno 2012 alle 11:20

    Un articolo interessantissimo. Era da tempo che si sentiva la necessità di riprendere questo argomento. Grazie Salahzar, a nome di tutti.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: