Home > Education and Learning > AULA VIRTUALE, IL VANTAGGIO DELLA SEMPLICITÀ (seconda parte)

AULA VIRTUALE, IL VANTAGGIO DELLA SEMPLICITÀ (seconda parte)

Il kit base per il docente virtuale

La lezione è pronta, il docente è preparato, l’argomento interessante e la gente è attenta.
Con queste 4 componenti ci sono già ottimi presupposti per ottenere un buon risultato.
Restano da decidere gli strumenti da utilizzare per stimolare e facilitare l’attenzione e l’interazione (che, lo ricordiamo, sono i punti forti della formazione in SL).
Ecco allora alcuni oggetti, che io chiamerei “gli indispensabili”, che ho scelto di elencare in base soprattutto all’utilità e alla semplicità d’utilizzo.

Il monitor (ma cercatelo con il nome viewer, che in sl se ne trovano di più)

Come in Real Life il monitor, con cui mostrare diapositive o immagini, è fra i primi strumenti a cui si deve provvedere.
Si sa che un’immagine vale di più di mille parole (se è scelta bene, aggiungo io…) e quindi le famose diapositive/slide di power point restano ancora un ausilio importante per ogni relatore.

Il più semplice dei monitor: pochi pulsanti per spostarsi fra le slide


I monitor migliori sono proprio i più semplici, come quello della foto, che si utilizza in poche mosse: si inseriscono le immagini nella scheda “contenuto” dell’oggetto e poi si mostrano cliccando sui comandi “avanti” “indietro”, come in ogni altro comunissimo visualizzatore di immagini.
Ma non fatevi ingannare dalla banalità dell’oggetto, perché, se ben usato, offre davvero molti vantaggi:
1) è semplice da usare e non richiede competenze tecniche né per il relatore, né per i partecipanti
2) se ne trovano moltissimi di gratuiti, sia in SL, che nel famoso marketplace https://www.xstreetsl.com/
3) funzionano con tutti i client, non hanno bisogno dei media prim e neanche di una connessione particolarmente potente
4) se il monitor è full perms potete regalarlo completo di diapositive direttamente ai partecipanti come materiale didattico

Mexi Lane mostra un video da Youtube, durante un evento al MIC


Dopo aver imparato ad usare al meglio i monitor più semplici potete sbizzarrirvi con strumenti più evoluti e sofisticati (ma anche complessi) che permettono con un unico oggetto di visualizzare immagini, mostrare video prendendoli dai più noti social network dedicati (youtube, livestream, ecc.), ascoltare radio in streaming ecc.
Girando per le diverse land mi pare che in questo periodo i più gettonati siano:
> Damani MediaViewer: che potete acquistare anche qui: https://marketplace.secondlife.com/p/Damani-MediaViewer-youtube-working-Dailymotion-XXX-ShoutCast-Videos-Music-Movies-Go/42726
> NHC MEDIA: che potete acquistare anche qui : https://marketplace.secondlife.com/p/NHC-MEDIA-Megavideo-Justin-Youtube-RedTube-Dailymotion-Ustream-Livestream-Radio/513331

E’ sufficiente dare un’occhiata alla loro descrizione per capire quali siano le potenzialità di questi strumenti. Sicuramente per poter essere utilizzati al meglio richiedono un po’ di tempo per la lettura delle istruzioni e la predisposizione di tutto ciò che serve, ma un tempo che poi viene ripagato dalle tantissime possibilità offerte.

I distributori di materiale didattico

Un’aula ben progettata deve mettere a disposizione del docente degli oggetti che gli permettano di fornire ai partecipanti il materiale didattico predisposto a sostegno della lezione.
Non dovrebbero mai mancare:
> un distributore di notecard (o biglietti, come si chiamano con la versione italiana del Viewer 2). Lo segnalo per primo perché le notecard, grazie alla loro flessibilità, posso contenere testi, ma possono anche incorporare qualsiasi altro tipo di oggetto presente nel vostro inventario: landmark utili, immagini e locandine, oggetti da rezzare ecc.
> un oggetto che attivi un link su web, perché l’integrazione fra Second Life e internet può davvero dare risultati straordinari in termini di efficacia. Basti pensare all’utilità di un forum in cui gli allievi possano fare domande o aiutarsi a vicenda in momenti diversi da quelli della lezione. Inoltre su web abbiamo a disposizione le tante possibilità offerte dal web 2.0 e dai social network: la possibilità di caricare la registrazione delle lezioni, mettere a disposizione materiali di ogni tipo nei social network dedicati (www.scribd.com per i documenti; http://www.slideshare.net per le dipositive, solo per citarne due fra i più conosciuti)
> un media prim, che visualizzi pagine web. Metto alla fine questa possibilità perché le sue potenzialità sono ancora tutte da scoprire. Ricordo che i media prim permettono di visualizzare direttamente nella facciata di un oggetto delle pagine web. Usando questa possibilità in combinazione con strumenti web di condivisione del desktop (ad esempio: http://www.teamviewer.com oppure http://www.dimdim.com) posso mostrare agli altri quello che io faccio nel mio computer. Una risorsa davvero interessante, soprattutto per chi insegna temi legati all’informatica, ma che presenta anche qualche limite, come la necessità di usare il Viewer 2, la necessità per il docente di saper usare anche le piattaforme web per la condivisione del desktop e il molto lag che questi prim creano in second life.

Prenotino: basta un clic per prenotarsi ad intervenire

Per chiudere questa rassegna di strumenti utili a chiunque voglia provare a tenere una lezione o a gestire un evento pubblico in Second Life cito il (magico) prenotino, un oggetto che permette alle persone presenti di prenotarsi per fare delle domande. Tanto semplice quanto utile, nel caso si voglia mettere ordine in un gruppo di persone piuttosto attivo e partecipe.
Ecco come funziona: quando qualcuno clicca sull’oggetto, il suo nome compare sopra l’oggetto stesso. Finito l’intervento la persona che si era prenotata può cancellare il proprio nome ricliccando sull’oggetto. Inoltre il proprietario dell’oggetto ha la possibilità in ogni momento di cancellare chiunque o di ripulire tutta la lista. Purtroppo non l’ho ancora visto in vendita in nessun posto. Il mio è un regalo di Magicflute Oh (gruppo Pyramid), poi riadattato dall’amico Alby Uggla, ma se me lo chiedete sarò contento di regalarvelo full perms.

Come dicevo nel titolo: il vantaggio della semplicità. Prendete confidenza con questi oggetti e dedicate un po’ di tempo a predisporre i materiali per sfruttarli al meglio. Ogni evento diventerà una passeggiata.

CIAO e buon divertimento a tutti.

Impa

Annunci
  1. 10 novembre 2010 alle 00:56

    Grande Impa! 🙂

  2. 9 novembre 2010 alle 22:34

    Sono contento ti sia stato utile e se vuoi fare esperienza siamo pronti ad accoglierti. Fare pratica e vedere i risultati è il modo migliore per superare la diffidenza. Se invece sei diffidente verso il lavoro, beh, non posso fare molto, ma solo unirmi anche io al gruppo molto corposo dei pigri 🙂

  3. 9 novembre 2010 alle 11:05

    Grazie! Utilissimo articolo. Me lo salvo, non si sa mai che decida prima o poi, nel corso del prossimo millennio, di abbandonare la mia pigrizia e la mia comoda nicchia di nullafacente e di superare quel velo di diffidenza che ancora resiste verso l’e-learning (ma forse è verso il lavoro, semplicemente) 😉

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: